Archivi categoria: Arte & Design

VOLO ATTESA SILENZIO


Evento di poesia e arti visive

organizzato da

“Comune di Aquileia” e “Fondazione Aquileia”,

con il patrocinio di

“Poesia in Europa”, “Iniziativa Europea”, “AuserRisorsAnziani”, “Centro studi Pier Paolo Pasolini”, “Centro studi “Biagio Marin” e “Associazione culturale D.M. Turoldo”

dal 28 marzo al 16 giugno 2013

Palazzo Meizlik di Aquileia

Orario: Venerdì, sabato, Domenica e festivi – ore 10.30-12.30  |  15.30-18.30

Poesie di

Pier Paolo Pasolini

Biagio Marin

David Maria Turoldo

Opere di

Bluer

Gianni Maran

Mario Claudio Feruglio

Presentato il libro di Giancarlo Morinelli “ed ora voliamo”

Mercoledì 20 marzo 2013,

presso l’Officina dei Savi di in San Vito al Tagliamento

il prof. Marco Marangoni e l’autore Giancarlo Morinelli

hanno presentato il libro di poesia

“ed ora voliamo”

edito da Ellerani Tipografia.

Alla presentazione erano presenti numerosi appassionati di poesia, provenienti anche da fuori provincia.

La serata è stata accompagnata da un duetto musicale che ha scandito le poesie lette dall’autore.

 


 

Luciano Morandini: lo sguardo e la ragione

Ellerani Editore è orgogliosa di aver curato la realizzazione del catalogo per la mostra dedicata al grande poeta Luciano Morandini, “Lo sguardo e la ragione”.

La mostra è stata inaugurata a San Giorgio di Nogaro (UD) il 20 ottobre scorso presso lo Spazio espositivo delle Barchesse della Biblioteca di Villa Dora.

Il progetto ha coinvolto 27 artisti nazionali ed internazionali, dai diversi linguaggi espressivi, che dalla produzione poetica in friulano, in italiano e in traduzione (sloveno, serbocroato, spagnolo, inglese, tedesco) di Morandini, hanno tratto occasioni di confronto e in essa hanno colto consonanze, provocazioni, suggestioni per la realizzazione delle loro opere.

Fino al 18 novembre la rassegna sarà a San Giorgio di Nogaro, per proseguire, nei mesi successivi, a Cormòns, Trieste, Tarcento, San Vito al Tagliamento e Lubiana. Maggiori informazioni QUI.

Leggi tutto

MOSSI DI/VISI :: foto d’autore di Amos Crivellari

“C’è un importante cambiamento nelle ultime opere fotografiche di Amos Crivellari. Un cambiamento non da poco poiché ha messo in discussione – sebbene relativamente – l’ultimo decennio della sua ricerca.

Il vero oggetto della ricerca di Crivellari è la luce, anzi sul “mosso” della luce e sui suoi cromatismi. Il grande risultato che ha ottenuto è certamente quello di aver introdotto nel linguaggio fotografico alcuni elementi che hanno da sempre caratterizzato la pittura astratta: gesto, colore, luce e segno.

Dopo ben quindici anni dall’inizio della sua ricerca ha scelto di lavorare sulla forma o meglio ritornare a interessarsi alla figura. Queste sue ultime foto non propongono un cambiamento del metodo di lavoro ma una maggiore attenzione alle cose reali, al loro significato e quindi alla loro forma. Un fotografo deve, allo stesso modo, raccogliere le immagini della realtà, mescolando percezione e conoscenza. E ciò significa, in sintesi, dare identità alle forme e non semplicemente riprodurle.

Leggi tutto

Giovanni Centazzo: I colori dell’Anima

Con questo catalogo, curato da Roberto Iacovissi, Ellerani Editore rinnova l’impegno a valorizzare le espressioni artistiche del territorio dando vita ad un lavoro dedicato all’artista Giovanni Centazzo, che racchiude le opere della mostra  significativamente intitolata “I colori dell’Anima”.

Si tratta di un omaggio reso al paesaggio del Friuli Venezia Giulia, attraverso le opere del pittore maniaghese che da anni vive e opera a Cordenons.

In una trentina di tele a olio, ai paesaggi dei magredi e della pedemontana pordenonese Centazzo alterna inquadrature carsiche autunnali, vedute marine dalla laguna maranese con le case dei pescatori, angoli di pineta, scorci sul fiume. Luoghi fisici e della memoria, “frammenti naturali”, come sono stati definiti, rivissuti poeticamente sulla tela. Per rinnovare, come l’artista stesso dichiara, il racconto di un paesaggio friulano, puro, semplice, incontaminato, come lo vedevano i nostri vecchi.

È, questo, il messaggio che Giovanni Centazzo, con le sue innumerevoli mostre in Italia e all’estero, in oltre quarant’anni dedicati alla pittura, continua a lanciare alle giovani generazioni. Un messaggio che è anche un invito e un monito, calato nella contemporaneità, per ricordare a tutti l’importanza di non profanare il territorio.

“I colori con i quali l’artista dipinge sono “colori dell’anima” vissuti con grande intensità e forza espressiva; e se volete ancora più sorprendente, al di là della bellezza costruttiva e dell’indubbia capacità tecnica di rappresentazione, c’è l’armonia intensa delle sue opere, suadenti di colori pastellati, di appagati godimenti visivi, resi in una continua rigenerazione del colore, che ripercorre le sensazioni intime dell’anima dell’artista, ne armonizza, in fascinosa effusione, la sua personale epifania di entusiasmanti variazioni sul tema.”

Roberto Iacovissi curatore del catalogo