Archivi categoria: Archivio storico

Mademoiselle

Enrico Fraccacreta è nato nel 1955 a San Severo (Foggia) dove vive e lavora.

Ha pubblicato in poesia: I nostri pomeriggi (7 poeti del premio Montale, Scheiwiller, 1995)  Tempo medio (Bastogi, 1996) e Camera di guardia (Quaderni del battello ebbro, 2006);  in prosa, la biografia narrativa di Andrea Pazienza: Il giovane Pazienza (Stampa alternativa, 2001 – 5 edizioni). Ha curato testi artistici e di foto-poesia, collaborando con riviste letterarie e quotidiani. Le sue poesie sono tradotte in spagnolo.

Tra le steppe del Ponto e il tavoliere della Daunia, tra gli scogli della Crimea e i faraglioni del Gargano c’è abbastanza spazio in cui immergere i pennelli di un pittore e di spargere poi a erbario tra i fogli il ricordo di antiche fortificazioni di Lucera e dei kurgan sciti tutt’ora visibili tra i campi di grano che mutano in sterpaglie ad approssimarsi del mare.

Le immagini che accompagnano questa pubblicazione sono frammenti palpitanti di piccole vite coltivate da Sergej Glinkov nel segno e nel colore.

Euro 14,00

Scarica pdf

Richiesta di acquisto

Atlantidi poesie

Marina Moretti è nata e vive a Trieste dove insegna al liceo. Ha svolto, in passato, attività di ricerca storico-archeologica presso istituti italiani e stranieri. Dirige la sezione letteraria dell’Associazione Iniziativa Europea che promuove il dialogo interculturale attraverso libri, cd e reading nell’area di Alpeadria. Coeditor della rivista “Paesaggi di resistenza”. I suoi testi appaiono su antologie e riviste, tradotti in inglese, tedesco, spagnolo, sloveno, serbo-croato e albanese.

Ha pubblicato Creature d’un giorno (Ibiskos 2002), La vita al margine (Ibiskos 2006, Premio Scritture di Frontiera), Ri-Oriente (Hammerle 2008). È presente nel booklet Io è un Altro – Poeti per la pace (Nota 2007).
Presso Ellerani compare nel catalogo della mostra Nel segno di Carmelo Zotti – arte e poesia (2009).

L’opera di Sergej Glinkov concerne in prevalenza la pittura a olio, affiancata dal disegno ad acquerello e dal collage. Le sue opere attuali sono il risultato di un percorso artistico intrapreso a Kiev, la sua città natale, e proseguito a Venezia, la sua città d’adozione: due Orienti che hanno segnato profondamente il suo linguaggio pittorico.

Egli interpreta la superficie della tela come <corpo> e come <durata>, come organismo che si trasforma fino a cristallizzare questa sua natura ibrida in un vibrante equilibrio.

In bilico tra evidenza e dissolvimento, in forza delle sedimentazioni di piani cromatici e dell’abolizione di segni ora rimossi ora scalfiti, l’immagine è restituita come forma laconica del Tempo.

Euro 12,00 (per l’acquisto: info@ellerani.it)

scarica pdf

 

Preghiera nel corpo

Gianfranco Lauretano è nato nel 1962 e vive a Cesena. Si occupa di poesia, critica letteraria e traduzione; ha pubblicato i volumi di poesia La quarta lettera, Preghiera nel corpo, Occorreva che nascessi e Sonetti a Cesena; una raccolta di prose liriche Diario finto.

Dirige la rivista “ClanDestino” e la sezione letteraria della rivista di arte e letteratura “Graphie”. Ha tradotto poeti dal portoghese e dal russo; in uscita presso “Il saggiatore” la traduzione della raccolta La pietra di Osip Mandel’štam.

Le immagini che accompagnano i testi sono state realizzate da Sergej Glinkov, pittore originario di Kiev e veneziano di adozione.

La loro chiave pittorica è quindi doppiamente orientale nella ricercatezza cromatica e nell’instabilità visiva.

Ciò che mi interessa è la tensione dinamica dell’universo vivente penetrato dalla luce. La materia è permeabile al flusso luminoso nella misura in cui la sua natura lo consente, e gli impulsi fotonici non necessariamente la assecondano…

Esistono frazioni di tempo e “punti di attraversamento” in cui luce e materia entrano in risonanza, e la materia emette un’onda luminosa. Un mio quadro dura fino a questo punto.

 

Euro 14,00

Scarica pdf

 Richiesta di acquisto

 

Poete a NordEst

Le Artiste

Marina Battistella vive e lavora in Friuli. Ha esposto a Udine, Bari, Venezia, Padova, Vicenza, Gorizia, Pordenone, in Austria e in Turchia al Museo archeologico di Efeso Selçuk. La sua opera è caratterizzata da una combinazione equilibrata tra le ragioni dello spazio e della materia.

Nadia Blarasin è una pittrice e scultrice friulana. Le sue opere distinte da una forte impronta materica del colore si trovano in diverse collezioni pubbliche e private. Ha esposto in Italia e all’estero, in Slovenia, Ungheria e Finlandia.

Benedetta Jandolo vive e lavora a Bologna. Ha realizzato mostre in Spagna, Slovenia, Austria, Germania, Ungheria, Brasile e New York e nelle principali città italiane. Il suo lavoro è contraddistinto da una originale ricerca anatomica.

Angela Marchionni vive e lavora in provincia di Bologna. Crea forme e con il gesto singolare e unico del lavoro artistico esprime il segno irriducibile dell’arte rispetto alle ingegnose falsità di economia, scienza, religioni e politica che precipitano la contemporaneità in un caos privo di libertà e di regole. Ha esposto in Italia, Austria, Ungheria e Irlanda.

Emanuela Santoro è docente di discipline plastiche a Ferrara. Le sue sculture nascono come terra plasmata ricca e malleabile, e cercano di innalzarsi, di uscire dalla materia, trasformando la tridimensionalità dell’oggetto in piacere tattile e visivo. Ha esposto in Italia e all’estero.

Le Scrittrici

Antonella Bukovaz, originaria di Topolò-Topolove, scrive per il teatro e si dedica in poesia all’interazione tra parola, suono e immagine. Tra le sue opere Storia di una donna che guarda al dissolversi di un paesaggio.

 Marina Giovannelli, udinese, ha pubblicato prose e sillogi poetiche tra cui: Una condizione ablativa, Alga alla riva, Ishtar nella città del Buio, Il taglio e l’infinito.

Marina Moretti, triestina, ha pubblicato prosa e poesia. Sue raccolte: Creature d’un giorno, La vita al margine, Ri-Oriente, Portolano del tempo/ Pristani časov, Atlantidi, Equinozi/ Enakonočja. Dirige la rivista “Paesaggi di resistenza”.

Gabriella Musetti, genovese, vive a Trieste. Ha pubblicato saggi e raccolte poetiche, tra cui: Mie care, Obliquo resta il tempo, A chi di dovere, Beli Andjeo. Dirige la rivista letteraria “Almanacco del Ramo d’Oro”.

Mary Barbara Tolusso vive tra Milano e Trieste dove lavora come giornalista. Ha pubblicato poesia e narrativa per Lietocolle, Mondadori, Gaffi. Tra le sue opere L’inverso ritrovato e L’imbalsamatrice.

Claudia Voncina, goriziana, pubblica in italiano e sloveno prosa e poesia. Tra le sue opere: Confine orientale 1945/91 – Meja na vzhodu, Mosaico – Mozaik, La devota Maria di Fulvio Tomizza.

Euro 65,00

scarica pdf

richiesta di acquisto

ITALIA ILLYRICA

Un’approfondita e dettagliata raccolta di circa 40.000 toponimi dalla Dalmazia al Mar Nero in italiano e nelle lingue locali, includendovi le varianti amministrative, locali, erudite, storiche e comprensive del nome degli abitanti scritta da Natale Vadori.

Nelle appendici la toponomastica slovena del Friuli Venezia Giulia e croata ed albanese delle località italiane ove queste minoranze siano ufficialmente riconosciute; le variazioni storiche delle denominazioni italiane della Venezia Giulia, delle denominazioni toponomastiche ed amministrative delle località illiriche nelle lingue locali, come anche nell’eventuale loro corrispettivo italiano.

Uno strumento essenziale per relazionarsi con i Paesi dell’Adriatico Orientale, oramai inseriti in un contesto di integrazione europea.

Euro 65,00

scarica pdf

richiesta di acquisto